top of page

CHAMOISic, tutt'alt(r)a musica: Abbasso Impatto


Immaginate tra le Alpi un festival internazionale - e gratuito - di musica sperimentale allestito, tra le altre sedi, in un paesino senza auto a 1.800 metri di altitudine, raggiungibile solo in funivia o a piedi. Chamois, esatto. Perla delle Alpi per sostenibilità ambientale e mobilità dolce, è diventato anche meta di appassionati di musica grazie a CHAMOISic, festival di altra musica in alta quota, diretto da Giorgio Li Calzi. Un festival a cui siamo molto affezionati perché da un paio di anni ha aderito al nostro progetto Abbasso Impatto, vedendoci impegnati nella valutazione d'impatto ambientale dell'evento, coinvolti in particolare sul capitolo mobilità. Fino al 14 agosto la Valle d'Aosta ospiterà concerti di musica elettronica, sperimentale, popolare e jazz sul palco meraviglioso della Valle del Cervino, coinvolgendo quest'anno 8 comuni. Per sostenere il festival diffuso, ci sono ancora un paio di giorni di raccolta fondi sulla piattaforma Eppela (o potete usare la mediazione di Verdessenza). Qualunque contributo sarà ben accetto e ricompensato con bei premi e gratitudine eterna. Per il resto, ci vediamo lì, dove osano le aquile. Meglio se arrivate con auto condivisa, o anche con la combo treno+bus (l'ho fatta qualche settimana fa, è più facile del previsto).

46 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page