Orate e branzini, bovini bio allevati secondo metodi naturali

Aggiornamento: 3 mar


Habemus Presidente della Repubblica, festival di San Remo, avocado siciliani e kumquat (il mandarino cinese). In arrivo mascherine ffp2 riutilizzabili, agrumi catanesi, orate e branzini di Aqua de Mâ, allevati in un allevamento off shore al largo di Lavagna, dove l'acqua è profonda 40 metri, agitata da correnti che mantengono alta la qualità ambientale anche dei fondali. A dimostrazione che esistono piccoli allevamenti in grado di garantire sostenibilità e qualità. Un altro bell'esempio arriva dalla Langa Monregalese, dove non crescono branzini ma bovini, secondo un metodo naturale di allevamento che si traduce in poche regole: la mandria pascola liberamente sui prati dell'azienda e la sua alimentazione è composta da erba o fieno, con mais, orzo e crusca bio per i capi da ingrasso. L'allevatore si chiama Osvaldo Chiapello, è di Briaglia, ha una sessantina di bovini di razza piemontese, allevati con metodo biologico. E ha pensato a soluzioni anche per chi non ha tempo: spezzatino e bollito sottovuoto già cotti, solo da riscaldare. Ecco il menù di Verdessenza dei prossimi giorni:

  • orate e branzini del Golfo del Tigullio (interi o eviscerati)

  • spezzatino e bollito di bovino bio, sottovuoto

  • carciofi violetti catanesi di Galline Felici

  • carni suine, affettati vari e salumi astigiani

  • pollo rurale, conigli e faraone

  • salse e passate di pomodoro dell'associazione No Cap (no caporalato)

  • pasta fresca ripiena

  • agrumi catanesi (arance, mandarini e clementine)

  • verdure locali bio

  • frutta bio locale da Barge

Per lo sconto del 15% ordinate i prodotti entro sabato sera scrivendo a mazzotta.verdessenza@gmail.com. Per chi ne avesse bisogno, la spesa a domicilio viene recapitata dai ciclisti etici di Stone Tribe Delivery (5 euro in San Salvario, 7 fuori, gratis per ordini superiori ai 100 euro, anche collettivi). Ps: passateparola? Grazie!

20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti